PREGHIERA PRIMO GIOVEDI A GESU EUCARISTIA

2596


I primi 6 giovedì del mese

Attraverso Alexandrina Gesù chiede:

«Mia figlia, Mia cara sposa, fa’ che io sia amato, consolato e riparato nella Mia Eucaristia. Di’ in Mio nome che a quanti faranno bene la Santa Comunione, con sincera umiltà, fervore ed amore nei primi sei giovedì consecutivi e passeranno un’ora di adorazione davanti al Mio Tabernacolo in intima unione con Me, prometto il Cielo.

E per onorare attraverso l’Eucaristia, le Mie Sante Piaghe, onorando per prima quella della Mia Sacra spalla, così poco ricordata. Coloro che al ricordo delle Mie Piaghe uniranno quello dei dolori della Mia Madre benedetta e per essi ci chiederanno grazie sia spirituali che corporali, hanno la Mia promessa che saranno accordate, a meno che non siano di danno per la loro anima. Nel momento della loro morte condurrò con Me la Mia Santissima Madre per difenderli».

Vita di comunione e di adorazione

«Parla dell’Eucaristia, prova dell’Amore infinito: è l’alimento delle anime. Di’ alle anime che mi amano, che vivano unite a me durante il loro lavoro; nelle loro case, sia di giorno che di notte, si inginocchino sovente in spirito, e a capo chino dicano:

“Gesù, ti adoro in ogni luogo dove abiti Sacramentato; ti faccio compagnia per coloro che ti disprezzano, ti amo per coloro che non ti amano, ti do sollievo per coloro che ti offendono. Gesù, vieni al mio cuore!”. Questi momenti saranno per me di grande gioia e consolazione. Quali crini mi si commettono contro di me nella Eucaristia!».

PREGHIERA INIZIALE

Gesù, vi adoro in ogni luogo
dove abitate Sacramentato;
Vi faccio compagnia per coloro che Vi disprezzano,
Vi amo per coloro che non Vi amano,
Vi dò sollievo per coloro che Vi offendono.
Gesù, venite al mio cuore!

PREGHIERA AL SANTISSIMO SACRAMENTO

Ti adoro devotamente, Dio nascosto, che sotto questi segni a noi ti celi.

A te tutto il mio cuore si sottomette perché nel contemplarti tutto viene meno.

La vista, il tatto, il gusto non ti intendono, ma la sola tua parola noi crediamo sicuri.

Credo tutto ciò che disse il Figlio di Dio.

Nulla è più vero di questo Verbo di verità.

Sulla croce era nascosta la sola divinità; qui anche l’umanità è nascosta; tuttavia l’una e l’altra credendo e confessando, chiedo ciò che chiese il ladrone pentito.

Come Tommaso non vedo le piaghe, eppure ti confesso, mio Dio.

Fa’ che s’accresca sempre più in me la fede in te, la mia speranza e il mio amore per te.

O memoriale della morte del Signore, pane vivo che dai la vita all’uomo, fa’ che la mia mente viva di te, e gusti sempre il tuo dolce sapore.

Pio pellicano, Gesù Signore, purifica me immondo con il tuo Sangue, di cui una sola stilla può salvare tutto il mondo
da ogni delitto.

Gesù, che adesso adoro sotto un velo, fa’ che avvenga presto ciò che bramo: che nel contemplarti faccia a faccia,
io possa godere della tua gloria.

Amen.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*