PREGHIERA DI GUARIGIONE A SAN ROCCO

6513

16 Agosto: San Rocco 

Preghiera di guarigione

Glorioso San Rocco, che colpito da morbo pestilenziale nell’atto di servire ad altri infetti, e posto da Dio alla prova dè più spasmodici dolori, domandaste ed otteneste di essere posto lungo la strada, indi da quella scacciato, fuori della città vi ricoveraste in povera capanna,
ove da un Angelo vennero risanate le vostre piaghe e da un cane pietoso ristorata la vostra fame, recandovi ogni giorno un pane tolto alla mensa del suo padrone, Gottardo,
ottenete a noi tutti la grazia di soffrire con inalterabile rassegnazione le infermità, le tribolazioni, le disgrazie tutte di questa vita, aspettando sempre dal cielo il necessario soccorso.

San Rocco fa che ci sentiamo pellegrini su questa terra con il cuore rivolto verso il cielo.
Dona pace e serenità alle nostre famiglie.

Proteggi la nostra gioventù e infondi in essa amore alle virtù.

Agli ammalati porta conforto e guarigione.ù

Aiutaci ad usare della salute per il bene dei fratelli bisognosi.

Intercedi per l’unità della Chiesa e la pace nel mondo.

Ottienici per la carità praticata qui in terra di godere con Te la gloria immortale.

SAN ROCCO

Le fonti su di lui sono poco precise e rese più oscure dalla leggenda. In pellegrinaggio diretto a Roma dopo aver donato tutti sui beni ai poveri, si sarebbe fermato a ad Acquapendente, dedicandosi all’assistenza degli ammalati di peste e facendo guarigioni miracolose che diffusero la sua fama.

Peregrinando per l’Italia centrale si dedicò ad opere di carità e di assistenza promuovendo continue conversione. Sarebbe morto in prigione, dopo essere stato arrestato presso Angera da alcuni soldati perché sospettato di spionaggio.

Invocato nelle campagne contro le malattie del bestiame e le catastrofi naturali, il suo culto si diffuse straordinariamente nell’Italia del Nord, legato in particolare al suo ruolo di protettore contro la peste.