PREGHIERA PER GLI SPOSI E LA FAMIGLIA

2613

8 Luglio: SANTI AQUILA E PRISCILLA

Ti ringraziamo Signore per gli amici dell’Apostolo Paolo:

Aquila e Priscilla sono stati una coppia che ha dato tutto a Te e che si è interamente consacrata alla diffusione del Tuo Vangelo.

Pur mantenendo le loro responsabilità professionali, hanno aperto la loro casa a tutte le persone desiderose di conoscere il Signore Gesù.

La nostra generazione è avida di vedere la testimonianza pratica di uomini e di donne,
di coppie e famiglie che vivono il Vangelo; Aiutaci Signore nelle nostre giornate; facci capire che possiamo essere la prova che vivere le nostre giornate, le nostre azioni secondo la Tua Parola, trasforma l’esistenza e dà la vera felicità.

Signore, il matrimonio è un tuo dono per noi. Aiutaci a rispettarci l’un l’altro ed a sforzarci di cogliere il punto di vista dell’altro.

Fà che tra noi ci siano tenerezza, onestà e  comprensione. E renderci disponibili a dividere la nostra felicità con gli altri, aprendo la nostra casa preoccupandoci delle loro gioie e dei loro dolori, come dei nostri.

Grazie per averci dato questo dono prezioso.

Aiutaci a farne buon uso.

Amen

Santi Aquila e Priscilla, pregate per noi!

SANTI AQUILA E PRISCILLA

Aquila e Priscilla erano due coniugi giudeo – cristiani, molto cari all’apostolo Paolo per la loro fervente e molteplice collaborazione alla causa del Vangelo.

Aquila, giudeo originario del Ponto, trasferitosi in tempo imprecisato a Roma, sposò Priscilla (o Prisca).

L’apostolo intuì subito le buone qualità dei due coniugi, quando chiese di essere ospitato nella loro casa a Corinto.

I due lo seguirono anche in Siria, fino ad Efeso. Qui istruirono nella catechesi cristiana Apollo, l’eloquente giudeo – alessandrino, versatissimo nelle Scritture, ma ignaro di qualche punto essenziale della nuova dottrina cristiana, come il battesimo di Gesù.

Aquila e Priscilla fecero in modo di battezzarlo prima che partisse per Corinto.

Niente si può asserire con certezza sul tempo, luogo e genere di morte di Aquila e Priscilla, dato che le uniche fonti su di essi sono citazioni bibliche.

Alcuni identificano Priscilla con la vergine e martire romana Prisca e Aquila con qualcuno della gens Acilia, collegata con le Catacombe, perciò i due sarebbero martiri per decapitazione.