PREGHIERA PRIMA DI DORMIRE

4608

 

PREGHIERA PRIMA DI DORMIRE

Donami, Signore, finché veglio, di restare davanti a te, con grande attenzione, e quando mi sarò addormentato,
allontana il peccato dal mio giaciglio.

Se al risveglio io pecco, perdonami, Signore, nella tua bontà.
Se pecco mentre dormo, la tua misericordia mi purifichi.

Per l’umiliazione della tua croce, concedimi un sonno tranquillo; liberami dai sogni malvagi e dalle immagini turpi.

La notte trascorra in un riposo completo, i demoni si allontanino da me con i loro consigli perniciosi.

Inviami il messaggero di luce perché vegli sulle mie membra; liberami dai desideri malvagi grazie al tuo corpo vivificante che ho mangiato.

Mi addormenterò nella pace, il tuo sangue vegli su di me;
all’anima che hai plasmato secondo la tua immagine,
concedi la libertà.

Posa la mano sul corpo che hai impastato, e le tue misericordie siano per lui come mura di difesa e come un potente scudo.

Quando il corpo si riposerà la tua forza lo protegga, il mio riposo sia davanti a te, come profumo d’incenso.

Il Maligno non si avvicini al mio giaciglio, per l’intercessione di tua Madre, e per il tuo sacrificio per noi; allontana il demone della paura che mi nuoce.

Porta a compimento la promessa che hai fatto a mio riguardo, Signore, conservami la vita per mezzo della croce,
e al mio risveglio ti renderò grazie,
per l’amore che hai manifestato alla mia debolezza.

Donami, Signore, per la tua tenerezza, di ascoltare e compiere la tua volontà; concedimi una sera tranquilla e una notte santa.

O Cristo, nostro salvatore, tu sei la vera luce, a te la gloria, e su di noi le tue misericordie, in questo come nell’ altro mondo.

Amen.

9 Giugno: SAN EFREM

Diacono e dottore della Chiesa

Durante la sua vita divenne famoso come abile oratore, maestro, poeta, commentatore e difensore della fede.

Efrem è l’unico padre siriaco ad aver ricevuto il titolo di dottore della Chiesa. I siriaci, sia cattolici che ortodossi, gli hanno dato l’appellativo di “arpa dello Spirito Santo“, e utilizzano i suoi inni e le sue composizioni poetiche nella liturgia.